Storia della scuola – Istituto di Istruzione Superiore-Liceo "Bocchi-Galilei"
Ultima modifica: 14 maggio 2017

Storia della scuola

Istituto di Istruzione Superiore-Liceo “Bocchi-Galilei” Adria

L’Istituto di Istruzione Superiore – Liceo di Adria è nato nell’anno scolatico 2012-2013 come accorpamento tra il Liceo Classico Statale “Carlo Bocchi” di Adria e il Liceo Scientifico Statale “Galileo Galilei” di Adria (che in precedenza faceva parte dell’Istituto di Istruzione Superiore-Liceo Scientifico-ITI “G. Galilei” di Adria). Comprende gli indirizzi di Liceo Classico, Liceo Linguistico, Liceo Scientifico, Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate, Liceo delle Scienze Umane. Nell’anno scolastico 2013-2014 è frequentato da più di novecento studenti provenienti da Adria, dai comuni limitrofi del Basso Polesine, della Provincia di Venezia, di Ferrara e di Padova. Dal novembre 2013 ha assunto il nome Istituto di Istruzione Superiore – Liceo “Bocchi-Galilei”.
Qui di seguito è riportata una breve storia delle due scuole che sono state accorpate nel Liceo di Adria.

Liceo Classico Statale “Carlo Bocchi”, Adria

Liceo Classico Adria - sede via Dante
Liceo Classico Adria – sede via Dante 4

ll  liceo “C.Bocchi” fu istituito nel 1841 grazie al lascito testamentario di Carlo Bocchi, nobile adriese che alla sua morte decise di donare una parte cospicua del suo patrimonio al fine di creare “uno stabilimento di educazione a speciale profitto dei  concittadiniper offrire a loro e agli abitanti  de’  vicini paesi di educare i loro figli, particolarmente per chi manca del mezzo di sostenere un maggior dispendio nell’educazione loro, lontani da Adria”. Alla sua nascita la scuola fu aperta con lo status di Ginnasio Vescovile e nel 1872-1873, in seguito a una lunga controversia tra autorità civile e religiosa, divenne Ginnasio Civico.

Nel  1874, grazie al R.D. del 24 luglio, venne istituita la Fondazione Bocchi  con lo scopo di amministrare il patrimonio  ed utilizzarne le rendite secondo le finalità  indicate nel testamento di Carlo Bocchi.

Nel 1889 avvenne la trasformazione della scuola in Regio Ginnasio con R.D.  n. 6312 del 28 luglio 1989. Nel 1913, aggregato al ginnasio Bocchi, venne istituito il “Regio Corso Magistrale”, per preparare maestri ed educatori per i bambini della scuola elementare. Il corso magistrale  fu sospeso con la riforma Gentile del 1923 e riaperto  nel 1936. Esso venne intitolato a Giangiacomo Badini, giovane figlio del Preside del ginnasio scomparso nella Grande Guerra. Intanto nel 1933 alle due classi del ginnasio si era affiancato il triennio del liceo classico: era stato così completato il corso dell’indirizzo classico che da allora ha sempre continuato a funzionare, accogliendo studenti da tutto il territorio limitrofo e perfino dalle province di Padova e Venezia.

Nell’anno scolastico 1962-63 l’offerta formativa del Liceo Bocchi si allargò con l’istituzione dell’indirizzo scientifico, le cui aule erano ospitate nei locali del Bocchi in attesa di costruire una sede appropriata.

Liceo Scientifico Statale “Galileo Galilei”, Adria

Il Liceo Scientifico è stato fondato ad Adria nell’anno scolastico 1962-1963, come sezione annessa al Liceo Classico Statale “C. Bocchi” di Adria. E’ diventato autonomo nell’anno scolastico 1971-1972, prendendo come sede “Villa Adria” (ex Villa Salvagnini), un edificio progettato dall’architetto G. B. Scarpari per l’on. Gino Salvagnini nel 1923-1924, nel viale Umberto Maddalena, a pochi passi dalla Stazione Ferroviaria.
Negli anni Sessanta del secolo scorso gli iscritti al liceo scientifico aumentano notevolmente e agli inizi degli anni Settanta il liceo scientifico diventa autonomo. Una parte delle classi era anche ospitata presso il Centro San Pietro (Cattedrale di Adria) oppure presso la Scuola Media Statale “A. Manzoni” di Adria.
La prima preside del Liceo scientifico autonomo è stata la prof.ssa Tarquinia Bertozzi nell’anno scolastico 1973-74.

Liceo Scientifico Adria sede di via Maddalena
Villa Adria  sede del Liceo Scientifico Galileo Galilei – viale U. Maddalena 24

Il 1° ottobre 1974 diventa preside del Liceo Scientifico di Adria il prof. Spartaco Spadon. Con la presidenza del prof. Spadon, dopo regolare consultazione e votazione dei docenti, il liceo scientifico viene intitolato a Galileo Galilei. L’intitolazione a Galileo Galilei avviene su proposta del prof. Spadon, in precedenza docente di Matematica e Fisica per molti anni al Liceo Classico “C. Bocchi”, che nel 1964 aveva partecipato al Comitato Veneto per la celebrazione del IV centenario dalla nascita di Galileo Galilei (Pisa, 15 febbraio 1564), tenendo conferenze e incontri in varie scuole del Veneto, in collaborazione con l’Università di Padova dove Galileo, per sua stessa ammissione, passò «li diciotto anni migliori di tutta la mia età». Proprio in relazione a questa celebrazione il Preside Spadon propose di intitolare il liceo scientifico di Adria al grande scienziato. In alternativa alcuni docenti del Galilei proposero allora di intitolare il liceo scientifico a Luigi Groto (1541–1585), “il Cieco di Adria”.
Al prof. Spadon, succedono come presidi il prof. Luigi Zusi e in seguito il prof. Mario Coin. Dall’anno scolastico 1985-86 diventa preside di ruolo del Liceo Scientifico il prof. Antonio Lodo, già docente di Lettere nello stesso liceo, che rimarrà a lungo alla presidenza del Liceo Scientifico per poi passare a dirigere il Liceo Classico “Carlo Bocchi” di Adria nell’anno scolastico 2000-2001.

Negli anni scolastici 1983-84 e 1984-85, soprattutto per iniziativa della prof.ssa Sandra Bernecoli (Matematica e Fisica) e del prof. Franco Merlanti (Matematica e Fisica) il liceo scientifico comincia a partecipare alle Gare delle Olimpiadi di Matematica organizzate per conto del MPI, dall’UMI Unione Matematica Italiana. Si distingue a livello nazionale nell’anno scolastico 1984-85 lo studente Emanuele Callegari, che l’anno stesso partecipa alle Olimpiadi Mondiali di Matematica nella squadra (di 5 studenti) che rappresenta l’Italia.
Il Galilei in seguito continua a partecipare ogni anno a queste gare, distinguendosi a livello nazionale, riuscendo in quegli anni a classificare propri alunni tra i primi dieci a livello nazionale nelle Olimpiadi di Matematica e nelle Olimpiadi di Fisica.
I risultati sono eccellenti non solo nelle discipline scientifiche. Altri allievi del Galilei vincono dei Certamen di Latino e altre Gare letterarie.

sala-del-caminetto-liceo-scientifico
Alcuni allievi del Galilei riescono ad essere ammessi alla Scuola Normale Superiore di Pisa.
Notevoli anche i risultati raggiunti da sempre dal Gruppo sportivo, che riesce ad essere per molti anni il primo a livello provinciale, con qualche allievo che raggiunge risultati di rilievo nazionale.
In questi anni scolastici il liceo Galilei aumenta di molto i suoi iscritti, arrivando attorno a 550 allievi prendendo come sedi provvisorie, alcune aule alla Scuola Media A. Manzoni di Adria e altre aule presso le “Angeline” e poi presso il Centro Giovanile “San Pietro”.
Un gruppo di docenti del liceo progetta e ottiene l’autorizzazione per una Sperimentazione scientifica autonoma (precorritrice del PNI-Piano Nazionale per l’Informatica e dei progetti “Brocca”): inizia nell’anno scolastico 1988-89 e prevede un rafforzamento di Matematica (5 ore settimanali), Fisica (4 h settimanali), Scienze (4 h settimanali).
PNI: nel 1989-90 tutte le classi I del Liceo scientifico iniziano la sperimentazione del PNI di Matematica che progressivamente coinvolge tutte l classi del liceo scientifico.Nel 1995 l’Amministrazione Provinciale di Rovigo edifica una palazzina attigua alla sede centrale, unendola ad una palazzina anteriore (la ex “Scuola Infermieri”) e permette finalmente di far rientrare in sede le classi che in precedenza erano nelle sedi staccate e di avere dei laboratori scientifici almeno adeguati alle esigenze più semplici.
Viene costituita un’ottima aula di Informatica e viene rafforzato il laboratorio di fisica e quello di scienze.
Dall’anno 1991-92, su proposta di alcuni docenti (prof. Luigi Zorzato, prof. Luigi Tomasi,…) viene organizzata la Settimana della cultura scientifica, che vedrà la partecipazione di relatori illustri dal punto di vista scientifico e filosofico (Sergio Moravia, Pietro Dal Piaz, Milla Baldo Ceolin, Renato A. Ricci, Antonino Zichichi, Cesare Barbieri, Benedetto Scimemi, Giulio C. Barozzi, Marino Badiale, William R. Shea, Pierluigi Silvestrin, Giuseppe Bertin, Andrea Frova, Franco Prodi,…). Una delle conferenze della settimana scientifica è stata di solito dedicata alla figura e all’opera di Galileo Galilei. Le conferenze verranno in seguito estese a conferenze di filosofia e di storia dell’arte.
Nell’anno scolastico 1997-98 si forma, a seguito degli accorpamenti imposti alla scuola, l’Istituto di Istruzione Superiore-Liceo Scientifico “Galileo Galilei” Adria, che comprende anche l’Istituto Tecnico Industriale Statale di Adria (che in precedenza era una sezione staccata dell’ITIS “F. Viola di Rovigo). Il nuovo Istituto di Istruzione Superiore -Liceo Scientifico “Galileo Galilei” comprende due sedi, una del Liceo Scientifico, situata in viale U. Maddalena, e l’altra, in cui viene progressivamente trasferita la Segreteria, in via A. Moro, presso la sede dell’Istituto Tecnico Industriale di Adria. Questo istituto di istruzione superiore svolge la sua attività fino all’anno scolastico 2011-2012, proponendo nel territorio del Basso Polesine alcune specializzazioni di istituto tecnico (Elettronica e Telecomunicazioni, Navalmeccanico), oltre al tradizionale corso di liceo scientifico. Nell’anno scolastico 2010-2011 con il riordino della Scuola secondaria di II grado, viene istituito, oltre alcorso Liceo Scientifico, anche l’indirizzo di Liceo Scientifico con opzione Scienze Applicate.

Il 1° settembre 2012 si forma l’Istituto di Istruzione Superiore – Liceo di Adria che accorpa il Liceo Classico Statale “Carlo Bocchi” di Adria (circa 500 studenti) e il Liceo Scientifico Statale “Galileo Galilei” di Adria (circa 400 studenti), con dirigente scolastico il prof. Gianni Colombo.

(a cura di L.T.)




Link vai su